Rocca di Manerba

La Rocca di Manerba è un promontorio roccioso che sovrasta la cittadina di Manerba del Garda e forma parte di un’affascinante riserva naturale. Qui si possono trovare importanti reperti archeologici ed una gran ricchezza in quanto a flora e fauna, mentre scendendo a valle si può andare alla scoperta delle accoglienti spiagge del Lago di Garda.

La storia della Rocca

La Rocca di Manerba risulta essere abitata sin dalla preistorica, come dimostrano i numerosi reperti ritrovati che fanno pensare ad un primo insediamento risalente al Mesolitico, ovvero da 8000 a 5000 anni fa.

Dopo essere stata colonizzata da Etruschi, Celti e Romani, nel medioevo venne edificata una prima fortificazione e, grazie a nuove ricerche archeologiche, sono state rinvenute mura di difesa databili fra il XII e XIII secolo.

La rocca passò di proprietà prima agli Scaligeri, poi ai Visconti, ed infine alla Repubblica di Venezia, che nel 1574 decise di distruggere la fortezza medievale in quanto diventata covo di un gruppo di banditi.

Visitare la Rocca di Manerba

Il profilo della Rocca è riconoscibile dalla maggior parte della costa ovest del Lago di Garda e rappresenta un affascinante punto di riferimento per turisti ed abitanti del luogo.

Grazie ai lavori di restauro e recupero è oggi possibile visitare i resti del castello medievale e di altre strutture erette sul promontorio. Il percorso che si snoda tra muri, scalinate e ponticelli è accompagnato da bacheche descrittive e dallo splendido paesaggio panoramico del Lago di Garda.

La Rocca è facilmente raggiungibile da Manerba del Garda e vi si accede con una camminata di soli 10 minuti dopo aver lasciato la macchina nel parcheggio vicino al museo.

Il Centro Visitatori del Parco Archeologico Naturalistico della Rocca di Manerba ospita infatti anche il Museo Civico Archeologico della Valtènesi, che propone informazioni in italiano ed in inglese sulla storia della Rocca.

La Riserva Naturale della Rocca, del Sasso e Parco Lacuale

La Rocca fa parte di una splendida Riserva Naturale di 900.000 mq che ha la particolarità di possedere al suo interno allo stesso tempo il Parco Archeologico e Naturalistico della Rocca e del Sasso, ed il Parco Lacuale di Manerba del Garda, il più grande parco lacuale d’Italia.

La Riserva offre dunque, in uno spazio limitato, un campionario unico di specie di piante provenienti dai climi più disparati, reperti archeologici di valore ed un parco che protegge la fascia costiera del lago e la sua fauna ittica.

Le antiche origini del promontorio di Manerba, unite alle condizioni ambientali e climatiche molto particolari, hanno favorito lo sviluppo di un ecosistema unico. All’interno della Riserva esistono una decina di sentieri ben segnalati che possono essere facilmente percorsi durante la bella stagione.

Curiosità e leggende della Rocca di Manerba

Tra i personaggi illustri di Manerba del Garda vi è Alessandro Gualtieri, parroco durante la dominazione austriaca, che si fa ricordare per avere aperto una scuola di grammatica gratuita e per aver scritto diversi trattati di agricoltura.

La Rocca di Manerba possiede inoltre un’interessante leggenda. Si tramanda che sul promontorio vivesse un lupo molto feroce che attaccava le persone del luogo. Per risolvere il problema una volta per tutte gli abitanti decisero di mettere una taglia sulla testa del lupo e tre giovani temerari raccolsero la sfida.

Il primo, un cacciatore di Moniga, finì per essere spinto giù dalla rupe dal lupo. Stessa sorte toccò al secondo, un pescatore della Raffa. Il terzo giovane, contadino della Pieve, affrontò la belva con un crocefisso e riuscì a far indietreggiare il lupo fino a farlo cadere dalla rupe.

La leggenda narra che i corpi dei due giovani caduti in mare si trasformarono in seguito in enormi scogli.

Visitare Manerba del Garda

Si ritiene che il nome di Manerba del Garda sia da collegare alla presenza in questa zona di un tempio dedicato alla dea Minerva, probabilmente nei pressi della Rocca.

Tra i personaggi che hanno segnato la storia della cittadina troviamo Federico Barbarossa, che donò al vescovo di Verona i diritti sulla città, e Giuseppe Garibaldi, che qui studiò i movimenti delle truppe austriache durante il Risorgimento.

Manerba si presenta oggi come vivace cittadina immersa nelle verdi colline della Valtènesi. Oltre che per il turismo, Manerba è famosa per la produzione di olio del Garda, vino DOC, ortaggi e pesce.

I dintorni di Manerba offrono alberghi, campeggi, borghi e castelli per poter vivere una vacanza all’insegna del relax e del benessere.

Le spiagge di Manerba

Nei pressi di Manerba si trovano diverse spiagge attrezzate per una lunghezza totale di 11 chilometri. Spesso si trovano adiacenti ai campeggi e offrono la possibilità di rilassarsi prendendo il sole d’estate e dedicandosi ad una miriade di sport acquatici che il Lago di Garda sa offrire.

Le strutture della zona offrono inoltre la possibilità di noleggiare canoe, pedalò, oltre ai classici lettini ed ombrelloni.

Tra le più belle spiagge di Manerba troviamo la spiaggia Baia Bianca e la spiaggia La Romantica. Più difficile da raggiungere e frequentata per lo più da naturisti è invece la spiaggia della Rocca.

Per saperne di più consultare il nostro blog al link seguente: Manerba: le sue Spiagge e i suoi Dintorni.

Eventi a Manerba del Garda

I vari eventi come sagre, mercati e serate gastronomiche animano in particolare le piacevoli e fresche serate estive, ma Manerba offre ai visitatori un’agenda ricca di avvenimenti durante tutto l’anno.

Tra le iniziative per i bambini troviamo la caccia al tesoro tra le rovine del castello della Rocca, che si svolge in agosto, oltre al trenino turistico che circola tra le vie di Manerba nei mesi estivi.

D’estate è anche possibile godere del cinema all’aperto e di alcune visite guidate alla Rocca di Manerba con degustazione dei migliori prodotti enogastronomici del luogo.

Durante le feste natalizie a Manerba del Garda viene allestito il famoso presepe meccanico, composto da oltre cinquecento statuette in movimento che occupano una superficie di circa 240 mq.

Tours ed itinerari raccomandati

Itinerario 4 - Tour di Sirmione
3-4 h su richiesta

Itinerario 4 - Tour di Sirmione

In questa soluzione di viaggio, navigheremo verso la perla del Lago di Garda: Sirmione

Itinerario 7 - Tour del Basso Lago
5-6 h su richiesta

Itinerario 7 - Tour del Basso Lago

Con partenza da Salò si toccheranno uno ad uno tutte le principali bellezze del basso lago.