Gardone Riviera

La città di Gardone sorse alla fine del secolo scorso, con l'aiuto dell'Austria Luigi Wimmer. Quest'ultimo, venendo qui a Gardone Riviera per la prima volta, ne rimase così affascinato, che decise nel 1874 , di vivere qui per sempre con sua moglie Emilie. Fu il pioniere dell'industria alberghiera e, grazie alla sua attività, in pochi anni furono costruiti molti hotel come il Grand Hotel Gardone (1882), il Gran Hotel Fasano, l'Hotel Montebaldo, l'Hotel Garda e Suisse e il Grand Hotel restaurato in seguito dai Savoia. Wimmer sollecitò diverse attività e creò contatti, in particolare con i ""German Tour Operator"", così che gli ospiti tedeschi iniziarono ad animare la città, specialmente in inverno.

Ma Gardone Riviera è famosa per il poeta Gabriele D'Annunzio, che arrivò e si stabilì nel complesso monumentale del Vittoriale, nel 1921, un memoriale indimenticabile, che merita una visita.

Famosa meta turistica e zona di villeggiatura, Gardone Riviera può davvero essere considerata un vero e proprio giardino botanico dove la vegetazione tipica del lago di Garda si alterna a specie di piante dell'Europa centrale, mediterranea e subtropicale.

Numerosi parchi e giardini fiancheggiano le rive del lago e si alternano a ville storiche che, dal XIX secolo, hanno accolto ospiti internazionali alla ricerca di relax, eleganza e un senso di benessere. Gardone Riviera offre ai suoi ospiti un microclima speciale, una vegetazione lussureggiante, un'atmosfera elegante e un suggestivo lungolago che ospita eventi musicali e culturali in estate.

La città è famosa per il Vittoriale degli Italiani, l'imponente residenza murata del poeta Gabriele D'annunzio, ora un museo prestigioso.

Il Giardino Botanico Hruska

Rinomato è anche il Giardino Botanico Hruska, creato da Arturo Hruska, un dentista di origine cecoslovacca che viveva a Bressanone (BZ).

Durante una prima visita a Gardone nel 1905, si innamorò del Lago di Garda e decise di trasferirsi definitivamente. Appassionato di botanica acquistò un pezzo di terra su Monte Lavino, dove dedicò una superficie di circa 10.000 metri quadrati per realizzare il suo sogno di un giardino spettacolare. Intorno alla sua casa, tra il 1910 e il 1971, creò uno splendido parco con più di 500 specie vegetali provenienti da tutti gli angoli della terra, dalle Alpi all'Himalaya, dal Mato Grosso alla Nuova Zelanda, dal Giappone all'Australia, dal Canada in Africa.

Numerosi sono anche i corsi d'acqua costruiti da Hruska per risolvere il problema dell'irrigazione.

Questi ultimi, infatti, scorrono sulle rocce per formare cascate e stagni, un habitat naturale dove ninfee, papiri e gigli crescono in abbondanza. Il tintinnio delle acque accompagna il visitatore attraverso boschetti e prati ricchi di vegetazione colorata tra cui fucsie, primule, begonie, iris, magnolie e felci verdi profonde.

Una delle più grandi attrazioni del giardino è la sezione dedicata all'ambiente montano costruito per imitare un angolo delle Dolomiti: un muro di tredici metri nasconde rocce, fessure e calanchi dove tre cascate sgorgano sulle pietre. In pochi metri lo scenario cambia completamente in un giardino tropicale con piante succulente di ogni tipo, oppure il giardino giapponese occupato da un boschetto di bambù.

Tours ed itinerari raccomandati

Itinerario 2 - Tour dell'Isola del Garda e Gardone Riviera
1h 15 min

Itinerario 2 - Tour dell'Isola del Garda e Gardone Riviera

Al percorso precedentemente proposto di un ora, aggiungeremo la navigazione per la rinomata località di Gardone Riviera.

Itinerario 3 - Tour delle due Isole e non solo
2 h

Itinerario 3 - Tour delle due Isole e non solo

In questo viaggio privilegeremo la navigazione in prossimità delle due Isole principali del lago: Isola del Garda e Isola di San Biagio.

Itinerario 4 - Tour di Sirmione
3-4 h su richiesta

Itinerario 4 - Tour di Sirmione

In questa soluzione di viaggio, navigheremo verso la perla del Lago di Garda: Sirmione

Itinerario 5 - Tour di Garda e Punta San Vigilio
3-4 h su richiesta

Itinerario 5 - Tour di Garda e Punta San Vigilio

Dopo aver raggiunto l’affascinante Isola del Garda, attraverseremo il Lago verso Est raggiungendo la splendida location di Punta S.Vigilio.