Gargnano

Gargnano è un paese piuttosto grande formato da ben 13 frazioni che si estendono dalla riva ovest del lago di Garda verso l’entroterra collinare, all’interno di quello che è conosciuto come il Parco Alto Garda Bresciano.

La storia di Gargnano

I documenti dello storico romano Tito Livio ed il ritrovamento di alcune lapidi sono la prova di come nel territorio di Gargnano si siano succeduti nei secoli Etruschi, Celti e Romani.

Il nome del borgo compare per la prima volta come Garniano in un documento che risale al 937. Durante il medioevo il territorio di Gargnano fu dominato dei Visconti e divenne poi parte dei 42 comuni della Magnifica Patria, con cui entrò sotto la protezione della Repubblica di Venezia.

Successivamente Gargnano è stato annesso alla Repubblica Bresciana seguendone il passaggio sotto la dominazione napoleonica. In epoca moderna le sorti del comune si sono legate a quelle della famiglia Feltrinelli, che qui ha eretto diversi edifici tra cui alcuni asili e ed un ospedale.

Le due ville della famiglia Feltrinelli ospitarono anche il governo di Mussolini e sono oggi uno dei principali luoghi d’interesse del paese.

Cosa vedere a Gargnano

Gargnano è famosa per possedere uno dei più bei centri storici tra i comuni del Lago di Garda. In uno scenario suggestivo ricco di arte e storia si può andare alla scoperta delle ville storiche, delle meravigliose chiese e dei suoi giardini e limoneti. Meritano sicuramente una visita Villa Feltrinelli conosciuta anche come Villa del Duce e Villa Bettoni, con i suoi splendidi giardini.

Il paese offre inoltre ai turisti la possibilità di conoscere il chiostro gotico dell'ex Convento di San Francesco, fondato nel 1221. Nella parte alta del paese si erge la Chiesa di San Martino del Vantini, in stile neoclassico, che contiene al suo interno le pale dell'antica pieve. Più a nord si trova la chiesetta romanica di San Giacomo in Calì, ritenuto l'edificio più antico di Gargnano, che presenta splendidi affreschi del Trecento.

Sul porto di Gargnano si affacciano infine vari edifici, alcuni dei quali portano addosso le tracce delle palle di cannone lanciate nel corso di un bombardamento navale subito nel 1866 durante la terza guerra d’indipendenza.

Il borgo di Gargnano che si trova lungo il lago ha conservato il romanticismo degli antichi villaggi di pescatori mentre le piccole frazioni collinari posseggono ancora oggi le loro antiche case in pietra tra cui si snodano strette viuzze.

La regata Centomiglia ed altri eventi a Gargnano

Oltre ad essere il comune più esteso del Parco Alto Garda Bresciano, Gargnano è la capitale della Vela Gardesana e dunque qui in estate si riversano in massa tutti gli amanti degli sport acquatici e della natura.

Nel mese di settembre dalla frazione di Bogliaco parte la Regata Internazionale della Centomiglia, una celebre e spettacolare regata in barca a vela della lunghezza di cento miglia, che ogni anno attira migliaia spettatori ed è considerata la più importante regata sui laghi italiani.

Nei mesi estivi di luglio, agosto e settembre il comune organizza una serie di visite guidate gratuite e percorsi che permettono di andare alla scoperta di Gargnano e i suoi dintorni, mentre durante tutto l’anno si svolgono altri eventi e manifestazioni, come i concerti Gargnano Jazz e la storica competizione di auto d’epoca Millemiglia.

Gargnano può essere anche la base di partenza per andare alla scoperta degli eventi che si svolgono nei dintorni quando inizia l’autunno. A metà ottobre a Limone sul Garda si svolge la spettacolare Limone Skyrunning Extreme, un fine settimana all’insegna del trail running il cui evento clou è la gara di 29 km che si snodano lungo le montagne dell’Alto Garda con ben 2.540 metri di dislivello.

A Tignale l’appuntamento da non perdere è invece quello con la Sagra del Tartufo, celebrata tra fine settembre ed inizio ottobre, che permette di partecipare a passeggiate guidate “a caccia” del tartufo e degustare il prezioso fungo oltre ad altri prodotti biologici e tipici della zona.

Nello stesso periodo sulla sponda veneta del lago si svolge anche la Festa o sagra dell’Uva e del Vino di Bardolino, molto apprezzata in particolare dai turisti tedeschi che hanno l’occasione di scoprire questo rinomato vino rosso italiano.  

Strutture ricettive di alto livello: il Lefay Resort e Villa Feltrinelli

La sponda lombarda del Lago di Garda, a differenza di quella veneta può contare soprattutto su una decina di strutture a cinque stelle, tra cui una famosa «superior» pluripremiata a livello mondiale dal nome Lefay Resort che si trova appunto a Gargnano.

La struttura, ormai famosa e consolidata, sta lavorando intensamente anche con nuova clientela proveniente dai Paesi Arabi, in particolare con Dubai e Abu Dhabi, località dove si apprezzano molto le eccellenze e le proposte di qualità sul nostro Lago. Imminenti saranno anche nuovi collegamenti che coinvolgeranno la compagnia aerea Russa S7 per la clientela proveniente da Mosca e San Pietroburgo.

Un'altra rinomata location che troviamo a Gargnano e certamente la famosa Villa Feltrinelli, costruita nel 1892 e rinnovata completamente nel 1995. Oggi questo Resort sorge all’interno di un parco secolare ed è frequente meta di clientela Vip non solo alla ricerca di assoluta privacy e relax, ma anche di una ricercata cucina sapientemente supportata da Chef di prim’ordine. Oggi questa struttura è certamente tra le più conosciute, eleganti e suntuose offerte nel panorama gardesano.

I dintorni di Gargnano

Nei pressi di Gargano si trova Toscolano Maderno con la sua Valle delle Cartiere, un tempo antico centro industriale per la produzione della carta. Qui oggi sorge il Museo della Carta che permette ai visitatori di andare alla scoperta del processo di produzione della carta in un percorso di archeologia industriale.

Le frazioni principali di Gargnano sono Villa e Bogliaco, che si trovano anch’esse sulla sponda del Lago di Garda. Il territorio comunale si estende verso le colline dell’entroterra ed include anche il Lago Valvestino, un autentico fiordo incastonato tra le montagne. È per questa ragione che Gargnano è conosciuto anche come “il paese tra due laghi”.

Il paesaggio è dunque molto vario e offre ai visitatori il lago, la pianura, le colline e le montagne, oltre alle celebri limonaie in cui si respira un’atmosfera mediterranea.

Da ultimo una irrinunciabile tappa alla scoperta dei dintorni deve essere la scoperta della nuova pista ciclabile sospesa nel vuoto inaugurata lo scorso luglio 2018 e già definita da molti bikers una della più spettacolari e mozzafiato d’Europa. Il suo percorso di 2,5Km è in progetto di ampliamento sino a 12Km in estensione da Limone del Garda sino a Riva del Garda.

Le limonaie

Per scoprire l’essenza di Gargnano, non c’è posto migliore delle limonaie. Si tratta di alti pilastri che puntano il cielo, disposti in fila e chiusi su tre lati da bianche muraglie di pietra, che offrono la testimonianza diretta del passato agricolo della zona.

Le limonaie sono state costruite lungo la riviera del Garda diversi secoli fa per rendere possibile la coltivazione dei limoni a queste latitudini.

Quella del limone è stata un’economia molto fiorente nella zona ed ha raggiunto il proprio apice verso la meta del XIX secolo. Nel 1840 si costituì infatti a Gargnano la Società Lago di Garda, prima cooperativa agricola d’Italia interamente dedicata alla coltivazione e commercio dei limoni.

Oggi i turisti possono osservare ancora alcune limonaie condotte in modo tradizionale che al loro interno conservano alberi centenari della varietà Madernina, Limone Lunario o dei rari Cedri di Salò.

Tra gli altri prodotti di spicco della zona troviamo il celebre olio extravergine d’oliva del Garda, i capperi e lo squisito pesce di lago.

Tours ed itinerari raccomandati

Itinerario 6 - Gargnano, Villa Feltrinelli, Torri del Benaco, Isola del Garda
3-4 h su richiesta

Itinerario 6 - Gargnano, Villa Feltrinelli, Torri del Benaco, Isola del Garda

Si navigherà in direzione Gardone Riviera e Fasano, per poi proseguire verso nord lungo la sponda occidentale del Lago.